Informazioni utili


L’esposizione, per gli autori di arte contemporanea, è una importante vetrina, capace di assicurare all’artista dei guadagni ma, soprattutto, una solida rete di contatti.
Il vero scopo di esporre opere è proprio quello divulgativo, cosicché il messaggio voluto dall’autore possa essere veicolato ad un numero molto ampio di estimatori.
Anche i collezionisti traggono vantaggio dell’esposizione, perché, attraverso le gallerie d’arte, hanno la possibilità di accrescere il numero di pezzi nella propria disponibilità.
La galleria 7ETTANTA6EI ART GALLERY di Via Felice Casati n. 39, a Milano accoglie artisti talentuosi, con la voglia di esporre le proprie opere di arte contemporanea.
Gli esperti galleristi, inoltre, offrono assistenza al collezionista per la gestione e la valorizzazione del proprio patrimonio artistico.


Altri tipi di esposizione


Cosa accade quando si fa riferimento ad esposizioni al di fuori della galleria d’arte?Nel caso in cui il collezionista abbia il desiderio di esporre tutti o solo alcuni dei pezzi acquistati, è bene che si sappia una cosa: il diritto di riproduzione, ovvero la possibilità di esporre, in mostre, installazioni e cataloghi, non viene automaticamente ceduto con la conclusione del contratto di compravendita dell’opera.
Poiché si è, solitamente, di fronte ad un unico esemplare, la normativa di settore ha deciso di tutelare l’autore, concedendo allo stesso la facoltà di non cedere il diritto di riproduzione al collezionista.
In questo caso, ogni volta che il collezionista avrà l’esigenza di esporre opere di arte contemporanea ascrivibili a quel dato autore, si renderà necessaria l’autorizzazione alla riproduzione.
Solitamente, quando il collezionista è solito partecipare ad eventi espositivi, apportando il suo personale contributo con uno o più pezzi da collezione, gli esperti del settore suggeriscono una strategia vincente: sarà lo stesso contratto di vendita a disporre espressamente che il proprietario del bene sia legittimato a prestare l’opera per eventi di questo genere.
Anche per la galleria d’arte contemporanea, che riproduce l’opera a fini di pubblicità ed intermediazione, si rende necessaria una simile autorizzazione, nella quale l’artista esprima il consenso alle operazioni appena elencate.


L’era digitale


In un’epoca di estrema digitalizzazione, nella quale tutti utilizzano siti web, blog e social network, il problema dell’esposizione di opere di arte contemporanea raggiunge un livello superiore.Attraverso tale mezzo, le riproduzioni si sono moltiplicate e, con esse, anche le conseguenti violazioni del diritto d’autore.
Molti si chiedono, infatti, se in questo caso possano ritenersi valide le regole appena esposte o se, diversamente, la disciplina in materia imponga oneri diversi.
Occorre distinguere l’utilizzazione libera da quella a scopo di lucro.
Nella prima ipotesi rientrano tutte le divulgazioni, a mezzo internet, che non hanno alcun tipo di finalità commerciale.
Tale circostanza dà al privato la possibilità di esporre liberamente l’opera di arte contemporanea.
Qualora, invece, sia ravvisabile un fine commerciale, anche indiretto, è doverosa l’applicazione delle stesse regole sopra descritte, in materia di diritto d’autore.
Nel pieno rispetto delle regole, la 7ETTANTA6EI ART GALLERY permette al collezionista di accedere all’acquisto delle opere di arte contemporanea presenti in galleria.
Se hai bisogno di informazioni chiama il numero 02/21064168.